Alex, bimbo ucciso: dal papà accuse choc alla mamma. «In gravidanza si prendeva a pugni in pancia e voleva dargli fuoco»
in , ,

Alex, bimbo ucciso: dal papà accuse choc alla mamma. «In gravidanza si prendeva a pugni in pancia e voleva dargli fuoco»

Alex, bimbo ucciso: dal papà accuse choc alla mamma. «In gravidanza si prendeva a pugni in pancia e voleva dargli fuoco»

La rabbia, il dolore, le accuse e una disperazione inconsolabile. Norbert Juhász, il papà del piccolo Alex, il bambino di poco più di due anni ucciso a Città della Pieve (Perugia), non riesce a nascondere il proprio dolore e lancia accuse nei confronti della ex compagna e mamma del bambino.

Dopo la fine della relazione, tra Norbert e Katalina Erzsebet Bradacs c’è stata una battaglia legale per l’affidamento del bambino, vinta dall’uomo lo scorso 20 ottobre. A quel punto, la donna aveva preparato i bagagli in fretta e furia, portando con sé il bambino in Italia, prima in un centro di accoglienza a Roma e poi a Chiusi, dove era stata ospitata per poche ore da un ex datore di lavoro.

Venerdì scorso, invece, Katalina è uscita a piedi dalla casa, con Alex nel…

Leggi su notiziemaledette.it

Cosa ne pensi?
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0