Astensionismo involontario | Perché non si risolve il problema di chi è fuorisede e non riesce a votare – Linkiesta.it
in

Astensionismo involontario | Perché non si risolve il problema di chi è fuorisede e non riesce a votare – Linkiesta.it

Astensionismo involontario | Perché non si risolve il problema di chi è fuorisede e non riesce a votare – Linkiesta.it

Il 24 luglio era prevista alla Camera la discussione delle proposte di legge per garantire il diritto di voto ai fuorisede, ma la caduta del governo ha impedito che questa si realizzasse. E ora quasi cinque milioni di italiani avranno difficoltà a votare. Questa è la stima che emerge dallo studio voluto dal ministero dei Rapporti con il Parlamento e confluito nel Libro Bianco “Per la partecipazione dei cittadini. Come ridurre l’astensionismo e agevolare il voto”.

In quest’analisi il non-voto dei fuorisede, cioè coloro che studiano o lavorano lontano dal proprio comune di residenza, è annoverato tra le principali cause di astensionismo involontario. Secondo la stima riportata nel Libro Bianco il 38% dei fuorisede impiega più di quattro ore tra andata e ritorno per tornare…

Leggi su www.linkiesta.it

Cosa ne pensi?
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0