Codacons annuncia che denuncerà Chiara Ferragni per truffa aggravata per il ‘Caso Balocco’
in ,

Codacons annuncia che denuncerà Chiara Ferragni per truffa aggravata per il ‘Caso Balocco’

Codacons annuncia che denuncerà per truffa aggravata per il ‘Caso Balocco'

L' potrebbe essere accusata di truffa aggravata in relazione alla vendita del pandoro ‘griffato'. Il Codacons ha richiesto il sequestro dei conti delle sue società per proteggere i consumatori che hanno acquistato il prodotto. Questa notizia è stata riportata dal Corriere della Sera, che citava un annuncio del Codacons riguardo a un esposto che sarà presentato a 104 Procure della Repubblica in tutta Italia. L'associazione ritiene che ci potrebbero essere profili penali da valutare in seguito alla sanzione inflitta dall'Antitrust per pratica commerciale scorretta sul pandoro benefico Balocco di Ferragni. L'azione legale del Codacons si basa sul “gravissimo contenuto del provvedimento dell'Autorità per la concorrenza che ha portato alla sanzione milionaria per la Ferragni”, secondo l'associazione. Nel testo della decisione dell'Autorità si fa riferimento al fatto che tutti i messaggi veicolati al pubblico per promuovere l'iniziativa benefica erano stati associati alle vendite del pandoro Ferragni come mezzo per raccogliere fondi da donare all'Ospedale Regina Margherita di Torino, nonostante la donazione fosse stata effettuata mesi prima dell'inizio delle vendite. I documenti dimostrano che la donazione pubblicizzata tramite le confezioni del pandoro e altri messaggi era stata effettuata solo dalla società Balocco, senza alcuna partecipazione delle società Fenice e TBS Crew o di Chiara Ferragni stessa. Alla luce delle gravi accuse mosse dall'Antitrust, il Codacons ha presentato un esposto a 104 Procure della Repubblica in tutta Italia per chiedere l'apertura di indagini sul territorio al fine di accertare la possibile truffa aggravata ai danni dei consumatori legata alla vendita del pandoro Balocco griffato Ferragni, in base all'articolo 640 del Codice penale. L'associazione ha anche chiesto alla Guardia di Finanza di sequestrare i conti delle società legate all' per garantire azioni di rivalsa dei consumatori che hanno acquistato il pandoro incriminato.

Cosa ne pensi?
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0