Criminalità minorile, il procuratore di Milano Cascone: “Più aggressioni di gruppo dopo i lockdown. C’è sommerso, i ragazzi denuncino”
in , ,

Criminalità minorile, il procuratore di Milano Cascone: “Più aggressioni di gruppo dopo i lockdown. C’è sommerso, i ragazzi denuncino”

Criminalità minorile, il procuratore di Milano Cascone: “Più aggressioni di gruppo dopo i lockdown. C’è sommerso, i ragazzi denuncino”

L’ultimo intervento sono stati i 5 arresti per l’omicidio di Simone Stucchi, il 21enne ucciso durante uno scontro tra bande a Pessano con Bornago. I colpi, secondo la ricostruzione dei suoi uffici, sono stati sferrati da un ragazzo di appena 17 anni. Poi ci sono le aggressioni personali, le maxi-risse, le rapine: un mare di piccoli reati che si concentra attorno alle zone della movida, dove giovani e giovanissimi si riuniscono. Spuntano coltelli, tirapugni, bastoni. I moventi? Futili in tanti casi, inesistenti in altri. Il dito spesso puntato contro gli italiani di seconda generazione. Un concetto che Ciro Cascone, capo della Procura per i minorenni di Milano, respinge: “Troviamo spesso gruppi composti da ragazzi di origine nordafricana, lombarda, siciliana e così via. Non ne farei…

Leggi su www.ilfattoquotidiano.it

Cosa ne pensi?
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0