Dagli occhiali di Allende a quelli di Concita De Gregorio
in ,

Dagli occhiali di Allende a quelli di Concita De Gregorio

Dagli occhiali di Allende a quelli di

C’è più calore politico nell’immagine spettrale degli occhiali, infranti, di Salvador Allende, rivisti nei giorni scorsi nei resoconti della memoria giornalistica civile di un remoto colpo di Stato avvenuto in Cile l’11 settembre 1973. C’è appunto più sostanza lì che non nei desiderata della attuale “conversazione” di sinistra.

Rinvenuti nel Palazzo della Moneda dopo il bombardamento, appartengono adesso al Museo Histórico Nacional. Custoditi a lungo in una modesta scatola di latta di cioccolatini da chi volle salvarli, resistono infine «a temperatura y humedad controladas, para que sigan siendo parte del patrimonio de Chile». E, ripeto, giungono allo sguardo più esemplari dei feticci e dei must della sinistra odierna, nostra dirimpettaia mediatica, televisiva; non…

Leggi su www.ilriformista.it

Cosa ne pensi?
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0