Dante Alighieri, dall’Arsenale di Venezia a Verona e Padova
in ,

Dante Alighieri, dall’Arsenale di Venezia a Verona e Padova


Un campanile che si perde nella nebbia della laguna paludosa. Il fascino di un Giudizio universale che contiene sette quadri dell’Inferno, unificati da un fiume di fiamme, con una sezione di condannati nel ghiaccio, sovrastati da un Lucifero blu assiso su un drago a due teste che divora i dannati. La suggestione grande nel ritenere l’isola di Torcello, forse vista in un cupo tramonto autunnale, l’ispirazione per la palude Stigia e per le torri di Dite, e nel Giudizio di Santa Maria…

Leggi su Corriere.it – Corriere del Veneto Rovigo

Cosa ne pensi?
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0