Giacomo Bozzoli, le immagini nell’hotel a Marbella lo scorso 30 giugno. Cosa rischia la moglie, d’aiuto nella fuga
in ,

Giacomo Bozzoli, le immagini nell’hotel a Marbella lo scorso 30 giugno. Cosa rischia la moglie, d’aiuto nella fuga

Giacomo Bozzoli, le immagini nell'hotel a Marbella lo scorso 30 giugno. Cosa rischia la moglie, d'aiuto nella fuga

Lo aveva riconosciuto una receptionist dell'Hard Rock hotel di Marbella. Certa che quella persona fosse Giacomo Bozzoli, l'uomo condannato lunedì scorso all'ergastolo per l'omicidio dello zio e improvvisamente sparito nel nulla lo scorso 24 giugno all'alba, più precisamente alle 5.51 del mattino, quando era stato registrato un passaggio della sua Maserati dal portale di Manerba, in provincia di Brescia, e due minuti più tardi da quello di Desenzano. Una fuga proseguita tra misteri e suggestioni, fin quando la moglie Antonella e il figlio di nove anni in viaggio con lui, sono rientrati in Italia in treno. La volontà di Giacomo di proseguire la latitanza è stata annunciata dai genitori della donna, che sono andati ad accoglierli alla stazione di Chiari.
Ma a sud della…

Cosa ne pensi?
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0