Il pastore Luigi Carollo attacca i Maneskin: «Chi difende i diritti civili non può nominare la mamma»
in ,

Il pastore Luigi Carollo attacca i Maneskin: «Chi difende i diritti civili non può nominare la mamma»

Il pastore Luigi Carollo attacca i Maneskin: «Chi difende i diritti civili non può nominare la mamma»
Il pastore evangelico Luigi Carollo continua a portarci testimonianze del perché sia del tutto impossibile dialogare con chi è affetto da omofobia. Paiono infatti superare ogni indecenza le “argomentazioni” con cui oggi lo troviamo insultare i Manekin per le loro opinioni.Il pastore ha infatti deciso di inventarsi un surreale nesso tra la loro difesa di chi è stato privato dalle tutele del ddl Zan con la genitorialità. Peccato che quel ddl non parlasse di famiglia anche se lui giurava il contrario mentre starnazzava che dalla sua ostentata passione per le donne dovessero derivare privilegi economici, sociali e giuridici. A quel punto rilancia anche la bufala del “genitore 1” con cui i leghisti lamentano che non si neghi dignità ai bambini che non hanno un padre e una madre,……

Leggi su www.gayburg.com

Cosa ne pensi?
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0