Il porto si ferma ma il fronte si spacca (di C. Paudice)
in

Il porto si ferma ma il fronte si spacca (di C. Paudice)

Il porto si ferma ma il fronte si spacca (di C. Paudice)

Dichiarazioni perentorie, poi aperture distensive, offerte di negoziato, poi smentite. Alla vigilia dell’entrata in vigore del green pass per tutti i lavoratori pubblici, privati e autonomi, gli occhi sono puntati su Trieste dove il porto si ferma, ma il fronte si spacca. “Nessun accomodamento, nessuna trattativa, per noi c’è solo una via che deve prendere il Governo: ritirare l’obbligo del green pass per tutti. Su questo siamo uniti. Altrimenti, siamo pronti ad andare avanti e a bloccare lo scalo a oltranza”, assicura all’HuffPost Stefano Puzzer, portavoce del Coordinamento dei lavoratori portuali, ostentando una compattezza tra i suoi colleghi a poche ore dalla protesta campale largamente annunciata per venerdì, quando tutti in Italia dovranno esibire la certificazione verde per…

Leggi su www.huffingtonpost.it

Cosa ne pensi?
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0