Lavoro precario in Basilicata: “sia una priorità dell’agenda regionale”
in ,

Lavoro precario in Basilicata: “sia una priorità dell’agenda regionale”

Lavoro precario in Basilicata: “sia una priorità dell’agenda regionale”

Al Sud i lavoratori poveri sono il 20% contro il 9% del Centro-Nord e il 13% nazionale. Il divario di retribuzione è del 75%: al Sud si prende un quarto in meno, di media, che altrove. È quanto rivela la Svimez in uno studio inedito sul lavoro povero. “I dati – afferma il segretario generale della Cgil Basilicata, Angelo Summa – sono il frutto dell’evoluzione patologica della precarietà in Italia e soprattutto al Sud. Non solo contratti a termine, ma anche la loro persistenza nel tempo e l’esplosione dei contratti stabili per finta, cioè a tempo indeterminato ma a part-time involontario. Da strumenti di conciliazione tra vita e lavoro, questi contratti sono diventati delle trappole di povertà.  In Basilicata i dati rispecchiano lo stesso andamento: aumentano gli occupati ma…

Leggi su www.basilicata24.it

Cosa ne pensi?
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0