Lecce, commerciante vieta ad una ragazza l’acquisto di assorbenti dopo le 18: “Non sono beni di prima necessità”
in

Lecce, commerciante vieta ad una ragazza l’acquisto di assorbenti dopo le 18: “Non sono beni di prima necessità”


Alessia Ria, studentessa di 22 anni residente a Collepasso – un paesino in provincia di Lecce – si era recata al supermercato dopo le 18 per comprare due pacchi di assorbenti. Un cartello posto sopra gli assorbenti, però, ne vietava la vendita dopo le ore 18 perché considerati “beni non di prima necessità”.

L’INDIGNAZIONE DI ALESSIA SUL DIVIETO DI ACQUISTO DEGLI ASSORBENTI

La ragazza ha denunciato il fatto sul suo profilo Facebook: “Questa sera sono andata a comprare due pacchi di assorbenti ma mi è stato vietato perché non sono considerati “beni di prima necessità”.
Quindi non solo sono considerati “beni di lusso”, non solo paghiamo il 22% di IVA, ma adesso devo anche privarmi di un qualcosa di cui io e miliardi di altre donne abbiamo bisogno ogni mese! Che facciamo, per questa zona rossa non facciamo venire la Mestruazione? Sono senza parole”

SIAMO ARRIVATI ALL’ASSURDO!
Questa sera sono andata a comprare due pacchi di assorbenti ma mi è stato vietato…

Leggi su Attualità – OA Plus

Cosa ne pensi?
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0