L’inaccettabile violenza di Libero, che titola: “Cara Rula, ma sei scema?”
in ,

L’inaccettabile violenza di Libero, che titola: “Cara Rula, ma sei scema?”

L’inaccettabile violenza di Libero, che titola: “Cara Rula, ma sei scema?”
La giornalista è stata pesantemente attaccata da per aver osato ricordare che il padre della leader di Fratelli d’Italia era un noto narcotrafficante, condannato al carcere in Spagna. Ed è così che Jebreal aveva osservato: «Lei non è colpevole dei crimini commessi dal padre, ma spesso sfrutta i reati commessi da alcuni stranieri per criminalizzare tutti gli immigrati, descrivendoli minaccia alla sicurezza. In una democrazia ci sono responsabilità individuali, non colpe o punizioni collettive».Per punire chi osa contestare la nera dama dell’estremadestra, è ricorrendo ad una violenza inaccettabile che oggi Libero titola in prima pagina: “Cara Rula, ma sei scema?”.Nel suo editoriale, Alessandro Sallusti arriva a scrivere: “La odiano al… [Leggi…

Leggi su www.gayburg.com

Cosa ne pensi?
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0