Potenza oggi ricorda il suo Beato Bonaventura, esempio di miracoli, virtù e devozione: un uomo al servizio della povertà
in ,

Potenza oggi ricorda il suo Beato Bonaventura, esempio di miracoli, virtù e devozione: un uomo al servizio della povertà

Potenza oggi ricorda il suo Beato Bonaventura, esempio di miracoli, virtù e devozione: un uomo al servizio della povertà

In occasione della ricorrenza di Ottobre, Potenza ricorda il suo Beato Bonaventura.

Antonio Carlo Gerardo Lavanga (conosciuto come frà Bonaventura) nacque a Potenza nel Gennaio del 1651 e morì a Ravello il 26 Ottobre del 1711.

È stato un presbitero e religioso italiano dell’Ordine dei Frati Minori Conventuali.

Figlio di Lello e Caterina Pica, alla sola età di 15 anni entrò fra i Minori Conventuali di Nocera Inferiore (sede del Noviziato francescano), per poi proseguire gli studi del sacerdozio ad Aversa e Maddaloni.

In seguito venne trasferito ad Amalfi dove incontrò il suo compaesano padre Domenico Girardelli, divenuto poi la sua guida.

Nominato Sacerdote nel 1675, restò ad Amalfi per 8 anni per poi andare in vari conventi incarnando sempre di più l’esempio vivente della…

Leggi su www.potenzanews.net

Cosa ne pensi?
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0