“Quando trovo te”, l’inesorabile declino di Francesco Renga
in

“Quando trovo te”, l’inesorabile declino di Francesco Renga

“Quando trovo te”, l’inesorabile declino di

Ne è passata di acqua sotto i ponti da quando Francesco Renga scriveva la storia del rock alternativo in italiano con album pazzeschi, premonitori, anticipatori dei tempi e visionari quali “Colori che esplodono”, “Ritmo e dolore”, “Storie per vivere”, fino al capolavoro dei Timoria “Viaggio senza vento”, fuori per la storica PolyGram nell’ottobre del ’93, prodotto da Angelo Carrara, ma poi è successo che le acque non sono state più così chiare, fresche et dolci,…

Leggi su www.oaplus.it

Cosa ne pensi?
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0