Reggio, identificati gli autori del danneggiamento alla stele di Mazzetto: sono sette minorenni
in ,

Reggio, identificati gli autori del danneggiamento alla stele di Mazzetto: sono sette minorenni


– Advertisement –Slider

Aveva suscitato amarezza e indignazione a Reggio l’atto vandalico che ha distrutto la stele dedicata all’atleta Massimo Mazzetto in largo Botteghelle. Adesso i responsabili del vile danneggiamento sono stati tutti compiutamente identificati e deferiti alla Procura della Repubblica presso il Tribunale per i minorenni di Reggio Calabria. Ne dà notizia l’assessore comunale Paolo Brunetti. Gli autori dell’abbattimento della stele sono sette ed hanno un’età compresa tra i dodici ed i sedici anni. Per altri due minori coinvolti nell’episodio potrebbe inoltre essere ipotizzato il concorso morale.

Fa sapere Brunetti che “grazie ad una telecamera di videosorveglianza e ad una paziente e certosina attività di pedinamento ed osservazione, gli uomini della Polizia Locale reggina diretti dal Comandante Zucco, hanno dato un volto a tutti i protagonisti della triste vicenda”.

Come si ricorderà, l’atto vandalico è stato perpetrato in due distinte fasce orarie di domenica 14 marzo, e alcuni dei deferiti hanno partecipato ad entrambi i momenti, accanendosi contro la lastra commemorativa con violenza cieca fino a distruggerla completamente. Il sindaco reggino Giuseppe Falcomatà e l’assessore allo sport Giuggi Palmenta hanno promesso di attivarsi per ricostruire il simbolo della memoria del cestista della Viola Basket morto tragicamente nel 1986, a 21 anni.

Nell’annunciare l’individuazione dei vandali, l’assessore Brunetti rileva però un clima di complice silenzio da parte di chi evidentemente sapeva qualcosa: “Durante la fase di indagine si è registrata una scarsissima propensione alla collaborazione da parte di alcuni soggetti che potevano fornire informazioni utili all’identificazione dei responsabili, rendendo più ardua l’attività degli operatori che comunque sono riusciti a fare totale luce sull’accaduto”.

Articolo precedenteLamezia, 17 denunce dei carabinieri per indebita percezione del reddito di…

Leggi su Cronaca – Calabria News

Cosa ne pensi?
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0