Sono arrivato al Route 91 da giornalista, ne sono uscito da sopravvissuto
in

Sono arrivato al Route 91 da giornalista, ne sono uscito da sopravvissuto

Sono arrivato al Route 91 da giornalista, ne sono uscito da sopravvissuto

Odierò per tutta la vita il botto dei fuochi artificiali. Era quello il rumore che a me e a molti altri è parso di sentire quando un uomo ha aperto il fuoco al festival Route 91 Harvest. Da allora, inutile dirlo, per me i due giorni più duri dell’anno sono il 1° ottobre e il 4 luglio.

Ero lì per coprire l’evento per Rolling Stone. Jason Aldean s’apprestava a chiudere quelli che erano stati, fin lì, dei giorni divertenti. Poi sono arrivati gli spari. Ho visto migliaia di persone fuggire per cercare riparo in preda al terrore. È scoppiato il finimondo mentre piovevano pallottole sul Las Vegas Village. Mi posso dire fortunato, ne sono uscito incolume. Il ricordo però mi turba ancora. Il giorno dopo mi sono ritrovato a piangere in auto mentre la radio passava Broken Halos di…

Leggi su www.rollingstone.it

Cosa ne pensi?
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0