Spotify vuole usare il riconoscimento delle emozioni per raccomandare le canzoni da ascoltare
in

Spotify vuole usare il riconoscimento delle emozioni per raccomandare le canzoni da ascoltare

Spotify vuole usare il riconoscimento delle emozioni per raccomandare le canzoni da ascoltare

Pur essendo tra le tech company più note, salvo un paio di piccoli security breach Spotify è riuscita a tenersi tendenzialmente distante dagli scandali. Fondata nel 2006, la compagnia viene spesso criticata per il metodo problematico che ha di calcolare quanto pagare gli artisti, ma ha in larga parte evitato le controversie legate alle privacy che negli ultimi anni hanno investito le altre aziende del settore. Una nuova tecnologia depositata dalla compagnia quest’anno, però, preoccupa moltissimo gli attivisti per i diritti digitali.

Interpretare le emozioni della voce

Nella primavera del 2021, la compagnia ha infatti depositato il brevetto per una tecnologia a cui sta lavorando almeno dal 2018, che permette di ascoltare le conversazioni degli utenti e raccomandare contenuti in base…

Leggi su www.wired.it

Cosa ne pensi?
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0