Steppenwolf, la storia di "Born to be wild"
in

Steppenwolf, la storia di "Born to be wild"

Steppenwolf, la storia di "Born to be wild"

Born to be wild
Steppenwolf
Autore: Mars Bonfire (Dennis Edmonton)
Anno di pubblicazione: 1968

Ci sono canzoni che nell’immaginario collettivo sono indissolubilmente legate a delle immagini o a uno stato d’animo. Canzoni che dalle prime note hanno il potere di evocare sensazioni o emozioni, che potrebbero essere diverse per ognuno di noi. È indubbio però che per ogni motociclista le prime note di “Born to be wild” degli Steppenwolf parlano di strade senza fine, di vento in faccia e di rombo di motori… in poche parole di libertà. Legata al film “Easy Rider” del 1969, un classico della controcultura, dove accompagnava le immagini di Peter Fonda e Dennis Hopper (anche regista del film) in sella ai loro cromatissimi chopper, la canzone in realtà era…

Leggi su www.rockol.it

Cosa ne pensi?
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0