Terremoto 2016, in un anno gli edifici ricostruiti passano dal 3% al 6%: ma mancano ancora 60mila domande di contributo. E si teme il rischio imbuto per le imprese: “Venite a lavorare nel Centro Italia”
in ,

Terremoto 2016, in un anno gli edifici ricostruiti passano dal 3% al 6%: ma mancano ancora 60mila domande di contributo. E si teme il rischio imbuto per le imprese: “Venite a lavorare nel Centro Italia”

Terremoto 2016, in un anno gli edifici ricostruiti passano dal 3% al 6%: ma mancano ancora 60mila domande di contributo. E si teme il rischio imbuto per le imprese: “Venite a lavorare nel Centro Italia”

Una ricostruzione che accelera, fin quasi a raddoppiare il numero di cantieri autorizzati in un anno rispetto a quelli approvati nei quattro anni precedenti, ma che paga lo scotto di ritardi, di lungaggini burocratiche e di una popolazione probabilmente demoralizzata che non cerca neanche più di ottenere contributi per poter ricominciare là dove tra il 24 agosto e il 30 ottobre 2016 ha perso tutto. È quanto emerge dal terzo rapporto sulla ricostruzione del Centro Italia, presentato dal commissario straordinario Giovanni Legnini.

Se da una parte i numeri assoluti fanno ben sperare, con quasi 5mila richieste di contributo alla ricostruzione accolte in un anno e 12mila famiglie rientrate a casa, nonostante gli edifici resi di nuovo agibili siano appena il 6,25% del totale degli…

Leggi su www.ilfattoquotidiano.it

Cosa ne pensi?
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0