Tra Adinolfi e Pillon, è gara nello sciaccallaggio del feretro di Archie Battersbee
in ,

Tra Adinolfi e Pillon, è gara nello sciaccallaggio del feretro di Archie Battersbee

Tra Adinolfi e Pillon, è gara nello sciaccallaggio del feretro di Archie Battersbee
Ci spiace per Mario Adinolfi, ma Archie Battersbee non era un «bambino disabile» come sostiene lui. Era un bambino in coma vegetativo, con danni irreversibili al cervello, che subiva inutili terapie che stavano portandolo a maturare danni fisici che stavano compromettendo la sua dignità.
E sicuramente non era neppure un giocattolo di cui Adinolfi può liberamente disporre nella speranza di trarre profitto elettorale, peraltro cercando di negare la verità dei fatti pur di ottenere facili consensi:

Il Regno Unito prevede che lo stato tuteli gli interessi dei minori anche quando i loro genitori non sono in grado di essere lucidi nel prendere decisioni così difficili. Non esiste alcuna fantomatica «soppressione di disabili» ed è indecente il suo citare Hitler. Ed… [Leggi…

Leggi su www.gayburg.com

Cosa ne pensi?
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0