Un’alleanza tra Pd, verdi pragmatici e liberalsocialisti per evitare il declino
in ,

Un’alleanza tra Pd, verdi pragmatici e liberalsocialisti per evitare il declino

Un’alleanza tra Pd, verdi pragmatici e liberalsocialisti per evitare il declino

Carlo Calenda ha ragione quando scrive, come fa nel suo ultimo libro “La libertà che non libera”, della necessità di trovare una «casa politica forte» a quello che lui definisce «umanesimo repubblicano e liberalsocialista». Per non rimanere fermi a un conflitto ideologico in bilico sul «vuoto bi-populismo». È quello che in Italia manca in un vero e innovativo campo largo immaginato dal Partito democratico di Enrico Letta e che non ha nulla a che fare con il coinvolgimento dei Cinquestelle di Giuseppe Conte.

Non è la versione italiana di Jean-Luc Mélenchon che serve a questa parte politica e neanche i bizantinismi sulle armi difensive e offensive. Una distinzione tecnicamente impossibile, come ricorda il generale Leonardo Tricarico, capo di Stato maggiore…

Leggi su www.linkiesta.it

Cosa ne pensi?
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0