Violenza sulle donne, Valeria De Vellis: «La ferita più profonda è non essere credute»
in

Violenza sulle donne, Valeria De Vellis: «La ferita più profonda è non essere credute»

Violenza sulle donne, Valeria De Vellis: «La ferita più profonda è non essere credute» Si chiama «victim blaming» e si traduce in «colpevolizzazione della vittima», una condizione che colpisce ancora (troppo) spesso le donne che subiscono violenza. E diventano vittime due volte

Leggi su www.vanityfair.it

Cosa ne pensi?
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0